Montagnana: Città murata sconosciuta

post

Talvolta esistono borghi di questo nostro Veneto, sconosciuti ai più ma che ugualmente sono dei veri e propri gioielli. E spetta a noi che operiamo sul territorio il compito di darne risalto e farli conoscere ad un pubblico più vasto. E’ il caso della città di Montagnana, bandiera Arancione del Touring Club Italiano, inserita tra i borghi più belli d’Italia.

 

Montagnana02

 

 

Montagnana si trova in provincia di PADOVA, ma è facilmente raggiungibile dall’hotel. Dista infatti solamente 38Km come si vede dalla mappa sotto riportata. Tipica città MEDIOEVALE, Montagnana è fra le città murate del Veneto e d’Italia, quella che meglio ha saputo conservare la sua cinta muraria che ne fa un borgo inconfondibile.

 

Le origini di Montagnana probabilmente risalgono ad epoca romana. Il suo nome deriva da Motta Aeniana, ovvero “piccola altura” (Motta) situata su una stazione di posta lungo una strada Romana (Aeniana). In epoca Romana erano frequenti le alluvioni del fiume Adige. In particolare dopo una tremenda alluvione i romani decisero di  modificare pesantemente il percorso del fiume. Da li nacque MONTAGNANA.

Dopo lunghe guerre, dal 1405 fino al 1797  la città fece parte della Serenissima Repubblica di Venezia. Destino che accomunò gran parte delle città del Veneto.

Ciò che colpisce di Montagnana è lo splendido stato di conservazione del borgo storico che lo presta a rievocazioni medioevali.

 

Montagnana-palio-2

 

Ogni anno, nel verde vallo medioevale attorno alle mura di Montagnana, si celebra il rito del PALIO.

Il “Palio” era una tra le più tipiche feste italiane in epoca medioevale: si trattava della più diffusa manifestazione popolare con cui si festeggiava un avvenimento particolarmente significativo per tutta la Comunità.

La trama del “Palio dei 10 Comuni” ha uno svolgimento assai complesso, che segue la tortuosità e l’aggrovigliarsi delle vicende storiche del territorio.

 

Altra caratteristica peculiare del medioevo, oltre alle armi, sono le bandiere. Avevano la funzione di segnalazione e definivano gli attacchi e le ritirate. Sulle bandiere erano impressi i simboli del casato e delle compagini militari.

Gli sbandieratori sono affiancati dai musici, figli cadetti senza possedimenti che avevano la funzione di intimorire l’avversario e di dare la cadenza e incitare i propri soldati.

 

Costumi-medievali

 

 

Famosi gli “SBANDIERATORI DI MONTAGNANA” e le numerose RIEVOCAZIONI STORICHE.

 

Un’ultima curiosità su Montagnana è culinaria. Tra le produzioni più tipiche del luogo il famoso PROSCIUTTO CRUDO DI MONTANGANA. E’ un prodotto DOP, ovvero a denominazione di origine protetta, stagionato SOLO CON SALE e nessun altro aroma. Se ne ottiene un prodotto dal “colore rosa tendente al rosso nella parte magra, bianco puro in quella grassa, dall’aroma delicato, dolce e fragrante“. Solo rispettando un RIGIDO DISCIPLINARE verrà impresso a fuoco il marchio del consorzio per la tutela, il leone alato di S.Marco.

 

 

prosciuttoveneto