Appunti di Viaggio 1/3: Mantova e dintorni…

post

Appunti di Viaggio 1/3: Mantova e dintorni
mantova

Dopo anni e anni di suggerimenti dati ai clienti su cosa visitare una volta arrivati in hotel, si è voluto riportare alcune tra le mete più gettonate.

“Appunti di viaggio” perché rappresentano dei viaggi ideali di una giornata proposti ai nostri clienti. Devono  essere presi come spunti per “vivere un territorio attraverso luoghi, tradizioni, cultura e sapori”.

Famosi in hotel sono i foglietti che preparo per suggerire una meta e modestamente ne ho potuto verificare il gradimento. Molto migliori di qualunque piantina o depliant, non c’è migliore schema di quelli che preparo e suggerisco ai clienti! J

Il primo itinerario è la città di Mantova.

Durata del viaggio: 1h 24’ all’andata; 1h 09’ al ritorno

Percorso: No Autostrada

Distanza: 66,90 Km all’andata e 60,03 km al ritorno.

Partendo dall’Hotel Bareta si raggiunge con la superstrada Villafranca. È possibile visitare il MUSEO NICOLIS con centinaia di auto e moto storiche e tanto altro. Se la giornata è piovosa è una meta ideale. Famoso è anche il Castello di Villafranca e non perdete l’occasione di sostare allo storico CAFFE’ FANTONI e di assaggiare le famosissime Sfogliatine di Villafranca!

Da Villafranca si prende una strada statale che facilmente porta a VALEGGIO SUL MINCIO, considerato uno dei borghi più belli d’Italia. Oltre al paesaggio e ai mulini di Borghetto proprio sul fiume Mincio, non si può proprio evitare di mangiare in un ristorante trattoria locale i famosissimi TORTELLINI, una pasta ripiena conosciuta in tutto il mondo, abbinato ad un bicchiere di fresco CUSTOZA. Noi consigliamo i ristoranti ALLA BORSA o LEPRE quelli più famosi e storici.

Dopo aver mangiato si ritorna a Villafranca e si percorre la statale per MANTOVA. È la vecchia strada di collegamento tra Verona e Mantova molto bella dove nel periodo estivo è possibile trovare contadini vendere Angurie o Meloni.

Si raggiunge MANTOVA, la città dei Gonzaga la famiglia che dal 1300 governava la città e tutti i paesi limitrofi. Una delle più importanti signorie d’Italia. Palazzo Te e Palazzo Ducale devono essere meta di una visita.

Per il RITORNO all’hotel, proponiamo di passare da CASTEL D’ARIO, paese natale di TAZIO NUVOLARI, indimenticabile campione automobilistico del passato. Non mancate di visitare il MUSEO di Tazio Nuvolari. Il massimo sarebbe fermarsi a cena in qualche trattoria del paese AL COMMERCIO o ALLA STAZIONE i più famosi e assaggiare un riso “col PESIN” molto caratteristico. Oppure se preferite potete proseguire verso ISOLA DELLA SCALA e mangiare il famoso RISOTTO ALL’ISOLANA totalmente diverso dal primo. Da Isola si segue per Verona e si riprende la tangenziale che porta direttamente all’Hotel Bareta, dove vi attenderà una tisana e un comodo letto!